background

News

Collaborazioni Mondiali

Rutigliano's Factory

Ivan Quaranta - Antonella Rutigliano - Michele Ravagli

 

Il "mondo Paralimpico" diventa di anno in anno sempre più coinvolgente; il 2016 (Anno Olimpico) si apre con una sinergia di Altissimo Profilo:

  • Antonella Rutigliano: Atleta Azzurra di Paraciclismo, già Maglia Rosa al Giro d'Italia e, nella passata stagione, in testa al Ranking Mondiale UCI prima del grave infortunio, occorsole a Maggio 2015;
  • Ivan Quaranta: ex professionista di ciclismo con un palmarès da "Brivido" https://it.wikipedia.org/wiki/Ivan_Quaranta , che non ha bisogno di presentazioni;
  • Michele Ravagli: Tecnico FIHP III° Livello, esperto nella Periodizzazione della Forza nella pianificazione dell'allenamento sportivo.

Il "lavoro in Team" è l'unica prerogativa possibile per eccellere ad  alto livello, in un contesto storico nel quale, le Performace degli Atleti si ottengo solo e solamente, con una scrupolosa gestione dell'Atleta stesso. Nella fattispecie, proprio in seguito al grave infortunio occorso ad Antonella nella passata Stagione Agonistica, si è deciso di cambiare rotta e dedicarsi "alla Pista", si tratta di una vera e propria metamorfosi dell'Atleta.

Sotto il profilo della preparazione fisica:

  • Antonella deve andare a lavorare su caratteristiche Biomotorie differenti rispetto al passato;
  • considerare in modo più omogeneo, l'interazione dei meccanismi energetici;
  • aumentare Forza Massima e tollerare ritmi che raramente si discostano dal Vo2Max.

Dal punto di vista Tecnico le cose non sono affatto più semplici:

  • la bici da pista obbliga l'Atleta ad assumere angoli di chiusura maggiori delle articolazioni (con conseguente "minor smaltimento" del lattato prodotto);
  • la presenza dello "Scatto fisso" (che non permette l'interruzione della pedalata) richiede sensibilità e padronanza, l'equilibrio viene sollecitato maggiormente soprattutto in cosiderazione della partenza da fermo che si esegue dagli "Start Blocks" ;
  • l'utilizzo del manubrio "da Crono" che nelle curve sopraelevate richiede all'Atleta vere e proprie doti funamboliche.

Queste sopraelencate sono solo alcune delle peculiarità del lavoro che stiamo eseguendo; gli Obiettivi sono assolutamente ambiziosi: dalla ricerca alla convocazione dei prossimi Raduni Azzurri, passando per la possibilità di disputare il Mondiale nel velodromo di Montichiari nel mese di Marzo, fino a strizzare l'occhio alla Paralimpiade di Rio 2016. Questo è ciò che Antonella vuole; l'arduo compito è tradurre in realtà le aspettative. Abbiamo iniziato con il piede giusto, i volumi di lavoro sono enormi e nonostante ciò i miglioramenti sono già visibili.....!

Stay Tuned People...., tutti a tifare Antonella Rutigliano...!

Torollski Center alla rassegna "Imola Indoor Cup 2015"

Indoor cup

Atleti Torollski durante la Competizione

Domenica 6 Dicembre la compagine pesarese del Torollski Center ha preso parte alla prestigiosa rassegna Nazionale "Imola Indoor Cup 2015" presentandosi con ben 13 Agonisti e 3 "primi passi"; il contesto al quale ci siamo affacciati era di valore assoluto ed i nostri Piccoli Grandi Atleti si sono confrontati con gli Specialisti del "Pattinaggio di Velocità".

Questi "banchi di prova" sono la spina dorsale della Programmazione Tecnico/Tattica Societaria, soprattutto se affrontati prima dell'inizio della Stagione futura; a questo proposito abbiamo già operato una differenziazione tra i programmi di allenamento che proponiamo, sia agli Agonisti, che ai Principianti...., e  proprio in funzione di ciò che Domenica abbiamo "toccato con mano" verrà articolata tutta la pianificazione.

Pesaro, in quanto a "pattinaggio Corsa", non ha radici consolidate come quelle di altri Sport, ed è pertanto fondamentale capire, e far capire di cosa si parli.., quando andiamo dalle Famiglie a proporre la "Velocità" come Disciplina da poter offrire ai Ragazzi. Domenica abbiamo visto cosa sia un "impianto Sportivo" dedicato alle "Rotelle"..., abbiamo compreso la difficoltà di compiere un gesto complesso ad alte velocità..., abbiamo valutato quanto sia importante avere un mezzo tecnico che sia in grado di tradurre le Azioni dell'Atleta ecc...., insomma...., siamo entrati, come pionieri, in un mondo tutto da esplorare.

I nostri Atleti si sono espressi al massimo delle loro potenzialità senza nessun timore riverenziale nei confronti di avversari che avevano un gesto palesemente più specializzato e mezzi tecnici decisamente più performanti e, nonostante questi fattori limitanti, siamo riusciti a guadagnare 4 podi nella categoria "Esordienti 2 F" con Emma Porcellini ed Susanna Uldanh; tutti i nostri Atleti si sono cimentati nelle 2 gare proposte: la Sprint (di 2/3 giri a seconda delle categorie) e la gara lunga (dagli 800 ai 3000 mt sempre secondo le categorie di appartenenza) evidenziando qualità e limiti. A tutti i "miei" ragazzi va il mio personalissimo plauso ed il mio ringraziamento...; grazie alla loro dedizione ed impegno il Torollski è giunto al IV° Posto su un lotto di ben 28 Società, a soli 52 punti dalla vetta (216 contro 268) e lasciandosi dietro le spalle Squadre blasonate con una storia pluridecennale alle spalle..!!!! 

Se questo è il risultato di un solo anno e mezzo di lavoro, ben vengano i progetti rivolti ai giovani , ben vengano le prospettive e la consapevolezza che, anche da neofiti, è possibile lasciare il segno....!!!!!! GRAZIE DI CUORE A TUTTI E BUONE FESTEEEEE...!!!!!

Scarica la Classifica per Società

 

 

2019